La penna viaggiante

Biography

 

Come tutti i bambini del mondo, Vittorio aveva un sogno

 

Sin da bambino Vittorio sognava di diventare un grande giornalista e viaggiare il mondo e raccontare gli eventi più importanti.

Il grande sogno si avverrà, quando dopo varie vicessitudini decide nel 1969 insieme alla moglie Nancy e il piccolo Vinicio di tornare in Italia.

Con un`esperienza alle spalle come direttore del settimanale “Il Mondo”, prima di partire per l`Italia, fa tappa a Toronto, dove ha la fortuna di incontrare Aurelio Malvisi ediore del Giornale di Toronto, il quale saputo della sua esperienza giornalistica a Edmonton, lo assume come vice-direttore responsabile del settimanale.

L`esperienza acquisita come dirigente del giornale ed inviato speciale, gli apre altre porte: l`incontro con Johnny Lombardi altro gigante della comunicazione a Toronto.

Nel novembre del 1972, Vittorio viene assunto dalla CHIN radio come intrattenitore del programma del mattino: “Wake Up Italian Style”, un mix di musica, editoriali, commenti alle notizie del giorno e talk show..

Il programma che all`inizio era poco ascoltato, con il passar del tempo dieventa, la trasmissione radiofonica più seguita, sino a vincere un prestigioso Premio messo in palio dal Toronto SUN. Oltre al pemio in denaro che Vittorio donerà all`ospedale dei bimbi di Toronto    le 17 stazioni radio che avevano partecipato  con i loro annunciatori alla competizione, riconoscono ufficialmente la potenza della  comunità italiana in Canada, della Radio CHIN e  l`estro del suo conduttore.

E come direbbero quei bravi, il resto è tutto da leggere..

 

Un lavoro  durato quasi 50 anni

Nel 1972 è chiamato da Johnny Lombardi  a realizzare  la prima trasmissione in lingua italiana del mattino in Nord America  dal titolo “Wake up Italian Style” che condurra` con successo senza precedenti per oltre 40 anni.

È stato inviato a Sanremo e  ha condotto per due anni  consecutivi il festival della canzone italiana per RAI  International in onda in tutto il mondo.

È stato direttore creativo e produttore televisivo ed ha prodotto una serie di documentari intitolati “ Sulla scia di Colombo”.

È stato il primo giornalista occidentale ad intervistare Fidel Castro.

È stato al fianco dei grandi della radio e del cinema: Nunzio Filogamo, Carlo Croccolo, Nico Navarra e Franco Valli.

È stato  fra i fondatori del mensile politico “Il Faro”, “Il Messagero delle Praterie” e “Il Mondo”. E` stato corrispondente per la prestigiosa agenzia giornalistica “Il Progresso” diretta da Antonio Pederzoli.

Nel 1984 ha vinto il premio “miglior annunciatore del mattino” in Toronto. Premio messo in palio dal quotidiano “The Sun” di Toronto

Nel 1995 il Presidente  della provincia di Latina, Paride Martella,  gli consegnò il Premio  “Uomo dell“Anno” come miglior giornalista televisivo  e radiofonico all`estero.

 

Documentari televisivi realizzati da Vittorio Coco

 

Fra i documentari di maggior successo, alcuni di carattere storico su Giovanni Caboto  e Buzz Aldrin, l`austronata che insieme a Neal Armstrong mise piede sulla luna.

Vittorio Coco ha realizzato per la tv  e la radio oltre 4000 interviste, alcune molto interessanti altre da cestinare.

La più interessante quella con Andrea Bocelli, la peggiore con Gina Lollobrigida.

Nel 1997 il giornalista ha iniziato un ciclo di interviste rivolte alla comunita` italiana di Toronto.

 

CERTIFICATES OF MERIT BY VARIOUS WORLD AUTHORITIES

 

Durante la lunga carriera giornlistica ,

Vittorio Coco ha ricevuto moltissimi attestati

1) Laziale dell`Anno

2) Socio Onorario Polizia di Stato in congedo

3) Cittadino  dell“  Anno Citta` di Vaughan

4) Attestato al Merito Sick Kids Hospital

5) Premio Uomo dell“ Anno Provincia di Latina

6) Attestato di amicizia Citta` di Pisticci (Basilicata)

7) Attestato di amicizia Citta` di Pescara

8) Attestato di riconoscimento dalla Federazione Laziale del Canada

9) Attestato di amicizia “Lo Specchio” Vaughan

10) Attestato di benemerenza Città  di Samana (Repubblica Domenicana)

11) Attestato di Amicizia Citta` di Sora

12) Attestato di Benemerenza Citta` di Matera (Basilicata)

13) Attestato di Amicizia Campodimele (Latina)

 

Attività Sociali, umanitarie e commerciali

1) Presidente Roccagorga Social and Cultural Club of Canada

2) Presidente (12 anni) Confederazione Laziale dei Club e Associazioni Laziali del Canada

3) Direttore Esecutivo Fondazione Don Luigi Sturzo (Canada)

4) Presidente International Agencies

5) End Music

6) CIA Records

7) La Fattoria di Vittorio

8) Direttore pubbliche relazioni Imera Travel

9) Attestato di fratellanza Citta` di San Juan ( Puerto Rico)

10) Fondatore del Comitato Nazionale UDC Canada

11) Segretario Politico UDC Canada

12) Co-autore “ I Laziali in Canada” Una storia poco conosciuta”

13) Segretario Esecutivo Comites Circoscrizione Consolare Toronto

14) Membro del Consiglio di amministrazione Capac-Canada

15) Autore “ La penna viaggiante”.

16) Autore di “ I rocchigiani in  Edmonton, Calgary e Toronto (Canada)”

(La storia dei Coco, Vona, Palombi, Mancini. Restaini. Ciotti, Nalli, Orsini, Saputo, Saputo e Fusco).

 

Vittorio’s journalistic career

Carriera e vita di Vittorio

Vittorio Coco  è uno dei giornalisti italiani più conosciuti all’estero per i suoi reportages e documentari spesso realizzati in collaborazione con network internazionali.

Vittorio Coco,  è nato a Roccagorga in provincia di Latina. Ha iniziato la carriera come giornalista nel1962 all` Edmonton Journal (di cui sarebbe stato, successivamente, inquadrato nello staff di foto journalist).

Nel 1967 ha esordito alla CBC Radio come collaboratore dei radiogiornali in lingua italiana  realializzati in occasione dell`Expo di Montreal.

Nello stesso periodo ha fondato il settimanale Il Mondo.

Nel 1969 è nominato vice-direttore responsabile ed inviato speciale per il  settimanale Il Giornale di Toronto.

google-site-verification: google6c911a4927757ad3.html

Scrivetici

6 + 9 =